I migliori programmi per criptare cartelle

I migliori programmi per criptare cartelle

Al giorno d’oggi, proteggere i file sul nostro computer è molto importante e nel corso del tempo è diventato anche più complicato. Per proteggere al meglio la nostra privacy è importante dunque installare sul proprio dispositivo un programma per criptare le cartelle. Esistono, infatti, software in grado di crittografare le cartelle in cui sono contenuti i documenti. 

Mettere delle password alle cartelle è un buon stratagemma per evitare che qualcuno rubi informazioni personali. A maggior ragione se sul nostro computer sono salvati cartelle contenenti documenti lavorativi o delle tue attività finanziarie. Le minacce sul web sono sempre di più e le violazioni le campo della sicurezza informatica sono sempre più frequenti. Ma, installando un buon software per la protezione delle cartelle, puoi diminuire notevolmente questo rischio. Ecco, quindi, quali sono i migliori.

Folder Lock

È uno dei più affidabili in circolazione in quanto usa la chiave AES (Advanced Encryption Standard), che fornisce lo stesso livello di protezione che i governi di tutto il mondo usano per proteggere file e cartelle confidenziali. Viene usato anche delle banche quando queste devono inviare informazioni riguardanti i propri clienti. È uno dei più veloci nel crittografare i dati ed è abbastanza facile da usare grazie alla sua interfaccia chiara e intuitiva.

Questo programma offre anche altre funzioni in materia di crittografia, tra cui la distruzione di file di cui non hai più bisogno, ma non vuoi che gli altri li vedano e la modalità “invisibile”.

Per proteggere le tue cartella basta tranquillamente trascinarle nella zona centrale e al resto ci penserà il sistema. SI possono anche crittografare interi dischi fissi.

VeraCrypt

Questo sistema deriva da un suo antenato, TrueCrypt. VeraCrypt, infatti, ha le stesse funzionalità del primo, al quale però sono state aggiunte nuove funzioni e migliorate quelle precedenti. L’ultimo di questi due programmi però è molto più soffisticato a livellomdi protezione e contiene anche un algoritmo migliore, in grado di creare password più difficili da interpretare.

È un programma open source, ideale per chi usa Windows, Linux, o Mac OS X. Ci sono diverse opzioni: si possono criptare cartelle, dischi rigidi oppure è possibile anche creare volumi crittografati nascosti.

AxCrypt

Il programma è compatto e veloce e ciò permette di semplificare tutte le operazioni e di non pesare molto sul computer. Il software di sicurezze è stato rilasciato nel 2001 e sin da quel momento è diventato uno dei più usati al mondo, anche perché è in grado di proteggere le cartelle che vengono condivise dagli utenti via Internet. In questo modo quindi potrai inviare file in cloud senza avere la paura che questi vengano copiati o rubati. Oltre a condividerli puoi salvare le tue cartelle criptate sul tuo sistema di archiviazione online preferito. Il programma infatti è compatibile con Google Drive, Dropbox e OneDrive.

Allo stesso modo potrai anche modificare cartelle in condivisione con altri utenti in tranquillità, in quanto queste sono protetti in modo sicuro e impossibile da decifrare. Il programma è disponibile per tutti nella versione di base, che è gratis. L’azienda mette a disposizione, però, anche altre funzionalità che sono incluse sono nelle versioni a pagamento, con i piani premium e aziendali

IObit Protected Folder

Lo potremmo definire come una vera e propria cassetta di sicurezza virtuale, questo è uno programmi migliori, non solo per chi vuole evitare che gli altri leggano o modifichino i file, ma anche per chi li vuole nascondere. Con questo sistema nessun altro, a parte te, li potrà vedere.

Infatti, se qualcuno proverà ad accedere ad una delle tue cartelle protette, il sistema bloccherà l’intera operazione e l’accesso ai file. Solo chi è in possesso della password potrà poi sbloccare la cartella. 

Non solo documenti, ma anche immagini e video saranno al sicuro dal furto dei dati. Vuoi inviare file ad altre persone, ma non desideri che queste apportino delle modifiche? Non c’è problema! Il sistema può garantire anche questo tipo di protezione. 

Author: Claudio Schirru

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *