Come guadagnare con Instagram nel 2020

Al giorno d’oggi si sente parlare molto dei guadagni stellari degli influencer, infatti la piattaforma è sempre più utilizzata dai brand. L’aumento degli investimenti all’interno del social network è un business estremamente interessante, tuttavia per capire come guadagnare su Instagram è necessario muoversi nel modo giusto. Ecco alcuni consigli utili per monetizzare il proprio profilo.

Quali sono i profili che fanno guadagnare su Instagram?

I brand sono alla costante ricerca di profili Instagram, attraverso i quali sponsorizzare i propri prodotti e servizi. Nonostante oggi le aziende possono vendere direttamente nella piattaforma, l’affiliazione e la promozione tramite gli influencer rimane uno strumento piuttosto efficace. Ovviamente è necessario avere un profilo adeguato per monetizzare con Instagram, altrimenti diventa davvero difficile riuscire a guadagnare con il social network.

Prima di tutto sono importanti i numeri, quindi bisogna avere un profilo con diverse migliaia di seguitori. Innanzitutto è necessario dunque aumentare i follower su Instagram, rivolgendosi a piattaforme come Visibility Reseller esperte nell’ottimizzazione delle metriche dei profili Instagram, con attività di miglioramento delle view, dei follower e delle interazioni reali.

Dopodiché è necessario lavorare sulla qualità dei contenuti e le interazioni, affinché i post siano in grado di creare interesse all’interno della community. Per farlo bisogna pianificare strategie per la creazione di foto e video originali e accattivanti, in base al target di utenti di riferimento e al settore. Oltre alle immagini pubblicate sono sempre più importanti le stories, un modo per fidelizzare i seguitori e gestire i rapporti con i follower.

Scegliere una nicchia e diventare dei riferimenti autorevoli

Prima di guadagnare con Instagram è fondamentale essere visti come persone autorevoli, dei veri e propri esperti all’interno di una nicchia di riferimento. Per questo motivo è indispensabile definire sempre un settore specifico, lavorando affinché gli utenti capiscano subito a chi si rivolge il profilo e i post pubblicati. Allo stesso tempo è necessario evitare la confusione, mostrando chiaramente il target dell’account per non avere follower non in linea con il progetto.

La nicchia può essere anche molto specifica, basta scegliere un settore piuttosto piccolo, diminuendo anche la concorrenza dei competitor. Ciò che serve è essere percepiti come delle persone di riferimento per quel settore, utilizzando la qualità dei contenuti per mostrare di conoscere a fondo l’argomento. Un buon posizionamento aiuta a lavorare con i brand, in quanto le aziende preferiscono i profili con un’identità chiara, ritenuti più profittevoli rispetto a quelli troppo generici.

Come guadagnare con Instagram: le opzioni più remunerative

Una volta che il profilo è ottimizzato, con un numero sufficiente di follower e una quantità adeguata di interazioni, è possibile concentrarsi sulle azioni che portano effettivamente dei guadagni. Su Instagram le attività remunerate sono:

  • pubblicazione di post sponsorizzati
  • inserimento di link di affiliazione
  • partecipazione ad eventi
  • veicolare flussi di traffico fuori la piattaforma

I post sponsorizzati rappresentano il modo più semplice per monetizzare il profilo su Instagram, tuttavia sono anche piuttosto rischiosi, in quanto se non gestiti in modo corretto possono essere percepiti male dai follower e creare un danno di immagine. Meno remunerativi sono gli hashtag a pagamento, utilizzati soprattutto dagli influencer più in vista, che possono far circolare il tag migliaia di volte all’interno della piattaforma.

Una delle migliori strategie per guadagnare con Instagram è attraverso le affiliazioni, ovvero la vendita di prodotti di altri tramite il proprio profilo. Ciò può avvenire in diversi modi, inserendo link di affiliazione nei post e nell’account, chiedendo una commissione sulle vendite generate dai post sponsorizzati, oppure veicolando il traffico dal profilo ai siti web di aziende e imprese commerciali.

Infine Instagram permette di monetizzare anche al di fuori del social network, partecipando a serate ed eventi e scattando foto da pubblicare sul profilo. In quest’ultimo caso non è necessario essere fra i top influencer, infatti basta essere riconosciuti come autorevoli nella propria nicchia. Ovviamente per guadagnare è possibile usare uno o più metodi allo stesso tempo, tuttavia è essenziale trovare le opzioni più adatte in base al proprio settore, al target di utenti e al tipo di lavoro fatto sul profilo.

Le opportunità di Instagram per i liberi professionisti

Una sezione a parte merita l’argomento legato ai liberi professionisti, ovvero quelle persone che svolgono un’attività al di fuori della piattaforma, come il musicista, il naturopata o l’addestratore di cani. Instagram è senza dubbio lo strumento migliore attualmente disponibile per sponsorizzare la propria professione, perciò bisogna sempre metterlo al centro di una strategia multicanale, per aumentare il fatturato e sfruttare a proprio vantaggio la popolarità che il social network può offrire.

Con un profilo ottimizzato, infatti, è possibile crearsi una certa notorietà all’interno della piattaforma, facendo conoscere agli utenti interessati la propria attività con la pubblicazione di foto e stories. Allo stesso tempo Instagram è utile anche per gestire i rapporti con i follower, presentando nuovi servizi, informando sulle ultime novità e offrendo contenuti di valore per formare una community attiva e fidelizzata. Come è evidente i modi per guadagnare su Instagram sono molteplici, basta usare la piattaforma nella maniera giusta e rivolgersi a professionisti esperti per capire come raggiungere i propri obiettivi.

Author: Claudio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *